L'esistenza del mondo reale

Ogni tentativo di dimostrare le leggi della causalità, del tempo e dello spazio è destinato a fallire, poiché sarebbe impossibile realizzarlo senza assumere come data l'esistenza di questi tre fattori. 
Ma allora come si possono fare affermazioni sull'esistenza del mondo? E cosa significa che "questo mondo non esiste"? Significa che non ha un'esistenza assoluta, ma esiste solamente in relazione alla mia mente, alla tua mente e alla mente di tutti gli altri. Noi percepiamo questo mondo attraverso i nostri cinque sensi, ma se avessimo un ulteriore senso, percepiremmo qualcosa di più. Se avessimo un ulteriore senso, ci apparirebbe come qualcosa di ancora diverso. Dunque, non si può affermare che ha un'esistenza reale, ovvero immutabile, immobile e infinita. Né può, tuttavia, essere considerato come non-esistente, poiché è ovvio che esso esiste e noi vi facciamo parte. 


Swami Vivekananda, The complete works of Swami Vivekananda, Vol. 2, Jnana-Yoga, trad. E.V.