Uno con Dio in una fruizione benedetta

La fruizione di Dio [l'esperienza del mistico] e la fruizione soprannaturale di tutti noi che siamo Uno con lui nell'amore, è una stabile e gloriosa unità che va oltre la differenziazione delle Persone. Non vi è né un'espressione di Dio verso l'esterno, né un'assimilazione di Dio all'interno, ma le Persone, in quiete, sono una cosa sola  con lui nell'amore, esprimendo in tal modo la loro calma e gloriosa unità. Vi è un'ineffabile quiete e godimento e gioia, e tutti questi spiriti amorevoli, in accordo con la loro natura superiore, sono uno con Dio in una fruizione benedetta senza alcuna forma di differenziazione.


Jan Van Ruysbroeck (monaco belga autore di testi sul misticismo XV sec.) in The Book of the twelve beguines (ed. 1863) trad. E.V.